Sotto il Tetto

COM’ERA PRIMA

COM’È ORA

Descrizione Progetto

Questo edificio signorile, risalente al XIX secolo, verteva in pessime condizioni: oltre il degrado degli intonaci e degli infissi esterni, il manto di copertura, realizzato in legno e coppi sardi, non proteggeva più il fabbricato da infiltrazioni d’acqua e, di conseguenza, dalla presenza di muffe; anche le travi e i listelli, che ne costituivano la struttura portante, erano attaccate da insetti che, inesorabilmente, compromettevano la portanza statica. Si è scelto, quindi, di agire con interventi mirati e il meno invasivi possibile, al fine di riqualificare l’edificio e mantenere inalterati i segni storici che da sempre lo caratterizzano.

La copertura, la parte più critica dell’intervento, è stata smontata in tutte le sue parti: sia le tegole che le travi in legno sono state ripulite, consolidate e riutilizzate, laddove possibile, mentre sono state sostituite e integrate con materiali dello stesso tipo quando necessario; il manto di copertura è stato inoltre adeguatamente coibentato con un sistema di isolamento ventilato.

Al fine di rendere fruibile il sottotetto, sono stati aperti dei lucernari e dei tagli orizzontali sulle pareti più basse, che guardano alla città storica, incorniciandola come un quadro stretto e lungo. Alcune nicchie esistenti nelle murature interne, tamponate in precedenza, sono state riportate al loro stato originario: queste erano delle piccole aperture che garantivano l’areazione nel sottotetto, tra una stanza e l’altra.

Tinte bianche, sia per pareti che per soffitti e travi in legno, sono state scelte su tutti i piani, al fine di aumentare la percezione dello spazio e la luminosità.

A differenza del piano inferiore, caratterizzato dagli originali e splendidi pavimenti in marmo, per il sottotetto si è scelto un parquet in rovere chiaro. Questo prosegue per alcuni gradini, sulla nuova scala, per poi trasformarsi in un sottilissimo foglio in corten che accompagna al piano inferiore (scopri di più cliccando qui).

Il tradizionale uso del legno e di materiali naturali viene rovesciato nei servizi igienici, dove contemporanei piani lavabo in blocchi di cemento e resine di rivestimento diventano i protagonisti indiscussi.

 

Dettaglio Progetto

Progetto: Sotto il tetto.
Tipologia: Abitazione
Anno: 2011-12
Architetti: Officina29 architetti
Committente:
 Privato
Photo Credits: Pierfranco Cuccuru